Immunofluorescenza

2D 20x hMSC DAPI-GFP-Texas Red-CY5 07Dec16L'immunofluorescenza è uno strumento essenziale per interpretare i processi sub-cellulari in diverse tipologie di ricerca scientifica. Invariabilmente è accoppiata con la microscopia a fluorescenza, che fornisce la giusta risoluzione spaziale a livello subcellulare. Oggigiorno le opzioni relative ai reagenti per immunofluorescenza variano dai singoli anticorpi primari, sia marcati in fluorescenza sia non coniugati e progettati per lavorare con anticorpi secondari, a saggi "out of the box" per l'analisi dei persorsi di segnalazione. Il fluisso di lavoro base per la marcatura di proteine con anticorpi fluorescenti coniugati, di solito in combinazione con marcatori della struttura cellulare, è tipicamente laboriosa e beneficia dei vantaggi derivanti dall'uso delle micropiastre (da 6 a 384 pozzetti), che possono essere utilizzate anche con strumenti automatizzati per  la dispensazione ed il lavaggio. Oltre alle micropiastre, l'immunofluorescenza cellulare e dei tessuti utilizza una vasta gamma di supporti, inclusi i vetrini da microscopio.

BioTek ha prodotto un vasto numero di note applicative relative all'immuofluorescenza ed all'uso della propria strumentazione.

 

Note applicative:

 

Visual Abstracts (.mp4):

BioTek’s Visual Abstracts are brief animated presentations describing the Augmented Microcopy workflow of a specific application.

Sub-Micron Spot Quantitation of Centromeres
Sub-Micron Spot Quantitation of Centromeres

Related Products:

 

Visita la pagina Risorse per trovare maggiori informazioni in merito alla immunofluorescenza.

 

 

link

Utilizziamo i cookie per fornire ai visitatori del nostro sito la migliore esperienza possibile. Se continui senza modificare le impostazioni del browser, continueremo ad inviarti tutti i cookie sul sito Web BioTek. Per ulteriori informazioni su come utilizziamo i cookie o su come bloccare i cookie, visita la nostra cookie policy .